Africa, Proposte di Viaggio

Il Marocco e le sue Città Imperiali, un viaggio da organizzare

Situato all’estremità più occidentale dell’Africa settentrionale, il Marocco è da molti considerato un viaggio da sogno.

La capitale Rabat e le altre città imperiali, ossia Marrakech, Fez e Meknes, offrono infatti la possibilità di vivere un’esperienza magica, a contatto con popolazioni, culture e abitudini molto diverse da quelle europee.

Quali sono le cose importanti da sapere per un viaggio in Marocco? Ecco qualche indicazione per cominciare a sognare un tour delle Città Imperiali.

Le Città Imperiali: accenni di storia

Le Città Imperiali sono così chiamate in quanto furono tutte, nel corso della storia, capitali del Marocco con diversi regnanti che le hanno scelte come propria residenza e arricchite di monumenti, moschee e scuole, accrescendone il valore.

Per questo motivo, oggi, le 4 città imperiali sono meta di tour organizzati, soprattutto in gruppo, per vivere un’esperienza indimenticabile, aggiungendo all’offerta anche una sosta a Casablanca, l’imperdibile capitale commerciale del Marocco.

Dai uno sguardo alle nostre partenze di gruppo per vedere se abbiamo in programma un tour in Marocco! 

Quando partire per un tour del Marocco?

Il Marocco è visitabile tutto l’anno, ma probabilmente i periodi migliori per organizzare un tour delle Città Imperiali sono la primavera e l’autunno, in cui le temperature permettono di vivere al meglio l’esperienza, facendo passeggiate e approfittando di tutte le attività disponibili.

Arrivati a questo punto, non ci resta che scoprire cosa ha da offrire ogni città.

Casablanca

Casablanca e la sua moschea

La città di Casablanca potrebbe essere il punto di partenza perfetto per il tuo viaggio in Marocco: è infatti dotata dell’aeroporto più grande dello Stato marocchino ed è sicuramente la città meglio collegata con il resto del mondo.

Considerata la capitale economica del Marocco, grazie al suo grande porto dove viene gestito il commercio estero di tutto il Paese, fu costruita nel 1906 e poi distrutta da un terremoto durante il diciottesimo secolo.

Qui la città vecchia con le sue stradine strette e tortuose, si fonde con la città moderna, dove non mancano beach clubs e ristoranti. Imperdibile la visita alla Moschea di re Hassann II, costruita in sei anni e grazie a più di trenta mila artigiani, su volontà del re.

Per immergersi nella natura, invece, è possibile visitare il Parc de la Ligue Arabe, un grande giardino perfetto per fare lunghe passeggiate e godersi in tranquillità il clima marocchino.

Marrakech

Marrakech e la sua piazza

Soprannominata la “Città Rossa” per via delle alte mura rossastre che racchiudono la vecchia medina, Marrakech è sicuramente una delle destinazioni più affascinanti da visitare almeno una volta nella vita.

Qui ci si può perdere tra i colori e i profumi delle spezie del Suq, dove fare acquisti, rimanere senza fiato davanti allo spettacolo di Piazza Piazza Jamaa el Fna o visitare la Madrasa di Ben Youssef, vecchia scuola coranica, fondata nel quattordicesimo secolo, con oltre 100 stanze dedicate allo studio e alla preghiera.

Per gli amanti dell’adrenalina, si possono cavalcare le dune di sabbia in quad nel deserto di Agafay. Mentre gli amanti della tranquillità e della natura possono far visita ai Giardini di Majorelle, un complesso di giardini botanici di cui anche Yves Saint Laurent si innamorò.

Nel 1980 acquisto infatti sia i giardini che la villa, dove si trasferí. Nel 2010 la principessa Lalla Salma, moglie del re Muhammad VI, inaugurò la mostra Yves Saint Laurent et le Maroc, dedicandogli anche la via Yves Saint Laurent.

Rabat

Rabat, città imperiale del Marocco

Rabat è la capitale politica e amministrativa del Marocco, situata sulla costa atlantica del paese e sulla sponda sinistra del fiume Bou Regreg, anticamente luogo dove vivevano i pirati che saccheggiavano le navi europee, oggi sede dei palazzi istituzionali.

La torre Hassan è sicuramente una delle principali attrazioni della città, ossia il minareto di una moschea che, originariamente, doveva essere la più alta del mondo (oltre 80 metri) ma, con i suoi 44 metri, è rimasta incompleta a causa dell’interruzione dei lavori dopo la morte del sultano.

Sullo stesso piazzale sorge poi il Mausoleo di Mohammed V che, al contrario dei comuni mausolei, non ospita solo le spoglie del primo Re del Marocco, ma anche dei figli Re Hassan II e il Principe Moulay Abdallah.

Fez

Il Suk di Fez e le sue concerie

Città Santa del Marocco e polo d’attrazione per il mondo islamico, Fez è la città imperiale più antica. Animata da caotici e suggestivi suq, permette di immergersi tra arte e cultura islamica e di respirare la vera essenza del Marocco.

Qui è possibile visitare le famose concerie, di epoca medievale, costituite da tantissime vasche in pietra organizzate a nido d’ape e ognuna contenente coloranti dove vengono immerse e tinte le pelli animali.

Fez però è famosa anche per essere sede della più antica università del mondo, l’Università al-Qarawiyyin, che ha permesso alla città di ottenere il titolo di capitale culturale del Marocco.

Meknes

Meknes, città imperiale del Marocco

Considerata la Versailles del Marocco, Meknes è la più piccola delle città imperiali e dal 1996 dichiarata anche Patrimonio Mondiale Unesco. Fondata come roccaforte militare, è circondata da imponenti mura rinforzate da bastioni e al pari delle altre città marocchine è piena di suq e giardini, seppur più piccoli.

Ad ovest della Medina si trova la piazza el Hedim, dove si narra siano stati demoliti tutti i palazzi su volontà del sultano, che decise di utilizzare questo enorme piazzale come ingresso alla propria villa imperiale. Da sempre da questa piazza è possibile osservare la porta Bab Mansour, enorme ingresso alla città.

Spesso abbiamo organizzato tour in Marocco alla scoperta delle Città Imperiali, per cui rimani in contatto con noi e non perderti nessuna novità.