Europa, Proposte di Viaggio

Cosa vedere in un viaggio in Catalogna

La Catalogna è un’affascinante regione della Spagna nord-orientale ricca di città d’arte, monumenti e luoghi di grande attrattiva naturalistica.

Nota principalmente per la famosissima Barcellona, questa regione ha moltissimo da offrire, con un ricchissimo patrimonio artistico, architettonico e musicale.

La cultura è uno dei principali tratti distintivi dei catalani, che sono incredibilmente orgogliosi della propria identità culturale e della propria lingua. Imperdibile anche il panorama gastronomico locale!

Scopriamo cosa vedere in Catalogna e se non vi basta tanti dei luoghi nominati li vedremo nel nostro viaggio di gruppo di Capodanno! 

Barcellona

La Sagrada Familia a Barcellona

Barcellona, capoluogo della Catalogna, è sicuramente una tappa imperdibile, nonché la città più celebre di tutta la zona. Multiculturale, eclettica e ricchissima di cose da vedere, tanto da essere spesso equiparata ad un vero e proprio museo a cielo aperto.

Tra le attrazioni principali spiccano le opere del maestro modernista Gaudí, in primis la famosa Sagrada Familia, simbolo della città. Da non perdere anche Casa Batllò, il giardino pubblico di Parc Güell e La Pedrera, al cui interno si possono ammirare numerose opere d’arte.

Il monastero di Montserrat

Il monastero di Montserrat

Situato nel cuore del parco naturale, il monastero di Montserrat si erge imponente in cima al monte. La struttura è dedicata alla Madonna di Montserrat, patrona della Catalogna: al suo interno è venerata dunque la Moreneta, una scultura lignea in stile romanico della Madonna, risalente al XII secolo.

Poco lontano sorge un monastero benedettino, il cui museo custodisce opere di importanti artisti del calibro di Picasso, Dalí ed El Greco.

L’omonimo parco naturale crea una cornice suggestiva, con boschi di querce e pini, abitati da cinghiali, scoiattoli e genette.

Girona

Girona, borgo della Catalogna

Girona è una graziosa cittadina situata vicino al confine con la Francia. È attraversata da ben quattro torrenti e il suo centro storico è una vera e propria esperienza immersiva nella storia e nella cultura catalana.

La leggenda lega la nascita della città alle vicissitudini del personaggio mitologico a tre teste Gerione. In realtà fu fondata dai Romani lungo il corso della Via Augusta, che le attribuirono il nome di Gerunda. Ancora oggi è infatti possibile ammirare siti archeologici e monumenti di epoca romana.

Da non perdere la “passeggiata archeologica” lungo le cinta murarie cittadine, con stupendi scorci sugli edifici del centro, e una visita alla Cattedrale di Girona, situata nel punto più alto della città.

Tarragona

L'anfiteatro romano di Tarragona

Situata lungo la Costa Dorata, Tarragona è conosciuta per i suoi siti archeologici nominati Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Qui è possibile fare un vero e proprio tuffo nel passato, ammirando le suggestive rovine di epoca romana, l’anfiteatro risalente al II secolo e la Cattedrale di Tarragona, costruita in stile gotico con dettagli romanici del XII secolo.

Tarragona è la meta ideale anche per esplorare la costa, rilassarsi sulle bellissime spiagge e nuotare nelle acque azzurre del mare. 

Le località della Costa Brava (Tossa de Mar)

La bellissima Tossa de Mar

Incastonata tra Mar Mediterraneo e Pirenei, la Costa Brava è la meta ideale per gli amanti del mare. Caratterizzata da cittadine caratteristiche, spiagge di sabbia dorata, calette nascoste e un’acqua sorprendentemente cristallina. Ci troviamo a nord di Barcellona, in provincia di Girona, lungo il tratto costiero che da Blanes arriva fino al confine con la Francia.

Tra le località più rinomate della Costa Brava troviamo Tossa de Mar, con le sue incantevoli spiagge e il caratteristico centro storico. La zona centrale sorge su un antico borgo medievale ancora perfettamente conservato, attraversato da stretti vicoli e circondato da cinta murarie e dominato da un suggestivo castello a strapiombo sul mare.

Blanes forse non è tra le località più belle, ma è sicuramente una delle più frequentate, in quanto è facilmente raggiungibile in treno da Barcellona. I servizi non mancano, e nemmeno le spiagge, tanto da aver conquistato molte volte l’ambita Bandiera Blu.

Lloret de Mar è famosa per essere la meta estiva più gettonata da festaioli e manti del divertimento, che qui possono trovare moltissimi locali alla moda e discoteche, ma anche hotel che garantiscono servizi di alto livello. 

Calella di Palafrugell è un caratteristico paesino di mare caratterizzato dalle tipiche casette bianche dei pescatori. È rinomato per le sue bellissime insenature e la possibilità di fare snorkeling.

Begur, infine, è la destinazione della Costa Brava più amata dagli amanti della storia, con il suo centro storico ricco di antichi monumenti e il castello medievale. Non mancano alcune tra le spiagge più belle e particolari di tutta la costa. 

Cosa mangiare in Catalogna: gastronomia locale

Escalivada piatto tipico catalano

Anche in Catalogna, come lungo tutta la costa Mediterranea, la cucina occupa un posto di tutto rispetto nella cultura locale. L’escalivada è probabilmente uno dei piatti tipici più conosciuti e apprezzati della zona, ed è un antipasto costituito da verdure cotte al forno, condite con olio e sale e servite con delle bruschette di pane rustico oppure, alle volte, acciughe fritte.

Molto apprezzata anche l’esqueixada de bacallà, un’insalata mista servita con baccalà dissalato. Mentre per i più avventurosi ci sono i cargols, ossia le lumache.

Il botifarra amb mongetes è un semplice, ma saporito, piatto a base di salsicce e fagioli, Sempre per gli amanti della carne, troviamo il fricandó, ossia carne di vitello lessata tagliata sottile, accompagnata da una salsa a base di funghi.

Nelle località di mare è imperdibile il suquet peix, letteralmente il guazzetto di pesce.

Tra i dolci come non menzionare la famosissima crema catalana? Altro dessert imperdibile è il mel i mató, a base di formaggio fresco di capra o di pecora, il “mató”, servito con miele e noci.

Allora… vieni con noi in viaggio? La partenza di Capodanno di aspetta