Europa, Proposte di Viaggio

ISOLE LOFOTEN E CAPO NORD IN ESTATE, UN VIAGGIO MITICO

Seppur spesso associati all’inverno, in realtà le Isole Lofoten e Capo Nord sono un’ottima meta di viaggio estiva.

Un viaggio emozionante attraverso gli incredibili paesaggi nordici dell’arcipelago delle Isole Lofoten, salendo verso nord fino ad arrivare al mitico Capo Nord, il promontorio meta di tanti viaggiatori e punto più a nord di tutta Europa.

La zona costiera della Norvegia gode di un clima piuttosto mite, grazie all’influenza della corrente del Golfo. Al contrario, l’entroterra norvegese ha un clima più rigido, con temperature molto fredde in inverno e calde in estate.

Scopriamo quindi quali sono le mete e le attrazioni da non perdere assolutamente alle Isole Lofoten e Capo Nord in estate.

Ma prima di iniziare ti ricordiamo che puoi godere di questi luoghi insieme a noi e unirti al nostro viaggio di gruppo alle Isole Lofoten e Capo Nord, in programma nell’estate 2022. 

Il sole di mezzanotte 

Sole di Mezzanotte in Norvegia

Il sole di mezzanotte è un fenomeno estivo per cui il sole rimane al di sopra della linea dell’orizzonte anche dopo la mezzanotte, portando di fatto ad avere intere settimane di luce ininterrotta. Di fatto quindi il sole non tramonta mai (o quasi), a seconda della latitudine.

A Capo Nord, nello specifico, il sole rimane visibile per ben 1800 ore consecutive! Si verifica solamente per 6 mesi l’anno, nel periodo compreso tra i due equinozi del 21 marzo e del 21 settembre.

Un’esperienza unica nel suo genere, difficilmente immaginabile per chi non l’ha mai provata.

Le passeggiate nei fiordi delle isole Lofoten

Fiordi e Villaggi dei pescatori alle Lofoten

Tutelati dall’UNESCO, i fiordi norvegesi regalano panorami davvero indimenticabili. Il paesaggio è intervallato da coltivazioni di alberi da frutto, campi coltivati e pastorizia. I laghi si allungano tra le suggestive scogliere e si insinuano tra le pareti rocciose, intervallate da possenti cascate provenienti dai ghiacciai.

Nonostante l’apparenza, quest’area non è affatto impervia e, anzi, molto semplice da esplorare anche a piedi. Non mancano infatti le passeggiate e trekking panoramici, percorribili sia in autonomia che con una guida, prendendo parte ad escursioni guidate.

Le destinazioni? Pressoché infinite: attraverso i piccoli villaggi caratteristici, lungo le coste dei fiordi, in montagna alla scoperta dei ghiacciai e dei laghi più iconici della zona.

Le incredibili spiagge del nord

Un viaggio alle Isole Lofoten non può dirsi completo se non si visitano le scenografiche spiagge del nord. Questa zone sono infatti caratterizzate da piccole baie incastonate tra imponenti vette montuose. Piccoli paradisi di sabbia bianca che affacciano su di un mare turchese scintillante.

Attenzione a non farsi trarre in inganno dai colori, la temperatura dell’acqua, anche in piena estate, è sempre piuttosto fredda, in perfetto stile Artico. Nonostante tutte, è comunque possibile fare surf, rilassarsi e fare picnic in spiaggia, e ammirare i colori del sole di mezzanotte.

Il mito di Capo Nord 

Capo Nord rimane il mito incontrastato di tantissimi viaggiatori.

Capo Nord, mito dei viaggiatori

Vuoi la posizione, vuoi il paesaggio unico, sono moltissimi ogni anno i ciclisti, motociclisti e non solo che ogni anno la scelgono come destinazione finale delle proprie vacanze.

Capo Nord si trova all’estremo Nord dell’Europa continentale, è infatti considerato l’ultimo punto settentrionale sulla terraferma prima del Polo Nord. In realtà questo non è del tutto corretto, in quanto, secondo le ultime misurazioni, il punto più a Nord è il promontorio di Knivskjellodden, sull’isola di Magerøya.

Si presenta come una ripida scogliera a picco sul mare alta oltre 300 metri. Il promontorio termina proprio nel punto in cui le acque dell’Oceano Atlantico si mischiano con quelle dell’Oceano Artico, dando vita ad uno spettacolo raro.

Sul promontorio è possibile ammirare l’ormai famosa scultura del Mondo, oltre che una roccia che riporta scolpiti i nomi dei primi visitatori illustri arrivati a Capo Nord nel corso dei secoli.

La vivace Tromso 

Tromso e la Cattedrale Artica

Tromso è indubbiamente una delle città più vivaci di tutta la Norvegia e del Nord Europa. Si trova sull’isola di Tromsøya ed è collegata alla terraferma attraverso tunnel e ponti.

Tromso è da decenni considerata la porta d’accesso al Polo Nord, tanto da essere stata scelta in passato come campo base per diverse spedizioni artiche.

La città è caratterizzata da un clima subartico, quindi piuttosto freddo, ed è particolarmente famosa per le sue spettacolari nevicate nel periodo autonno-invernale.

È un ottimo punto di partenza per fare escursioni e visitare i villaggi dei Sami. Ma anche la città stessa merita di essere visitata. Da non perdere la visita alla Cattedrale Artica, al Museo Polare, dedicato alle spedizioni artiche, e al Tromso Museum, dedicato allo stile di vita delle popolazioni locali.

Alla ricerca delle balene tra i fiordi del nord

Altra esperienza imperdibile in queste zone è l’esperienza del whale watching.

Queste escursioni partono generalmente al mattino presto da piccoli villaggi di pescatori, si sale su gommoni e si parte in cerca di orche e megattere.

Le balene sono più facilmente avvistabili da novembre a gennaio, quando si riuniscono all’interno dei fiordi a caccia di aringhe. Tuttavia esistono escursioni organizzate anche in estate, che permettono di avvistare questi meravigliosi animali nel loro habitat naturale.

Sicuramente un’esperienza da non perdere!