Crociere, News, Proposte di Viaggio, Utility per il Viaggiatore

Quale cabina scegliere in Crociera? I nostri consigli

Il viaggio in crociera viene solitamente visto come la soluzione perfetta da chi desidera fare un viaggio itinerante senza doversi preoccupare dell’organizzazione.

Molti lo apprezzano in quanto unisce il comfort di un viaggio organizzato alla continua scoperta dei luoghi, con spostamenti confortevoli e panorami sempre affascinanti.

Quando si tornerà a viaggiare ripartiranno anche le crociere sui vari itinerari, e terranno conto dei protocolli di sicurezza che verranno adottati da tutte le compagnie, ma oggi quello che vogliamo condividere con te è un altro aspetto… 

Nonostante i tanti vantaggi e comodità offerti da un viaggio in crociera, non bisogna assolutamente sottovalutare l’importanza della scelta della cabina.

Scegliere la cabina giusta infatti ha il potere di migliorare significativamente l’esperienza di viaggio.

Molti, erroneamente, pensano che la cabina sia solamente il luogo in cui si dorme, per cui optano per la soluzione più economica.

Crociere migliori

In realtà la cabina si trasformerà nel vostro personale rifugio in cui rilassarvi, quando sarete stanchi dopo essere rientrati da un’escursione o avrete terminato un’attività sulla nave stessa, o anche solo per dedicare qualche minuto a voi stessi.

Le cabine si differenziano tra loro per posizione, grandezza, servizi e comfort.

Vediamo quindi quali tipologie di cabina esistono in crociera e quale scegliere per vivere un’esperienza di viaggio migliore in base alle proprie esigenze.

Quali tipologie di cabina esistono in crociera?

Sulle navi da crociera si possono trovare 3 tipi di cabine.

Ecco una breve descrizione e le caratteristiche che le differenziano tra loro.

La cabina interna

Questa tipologia di cabina si trova, per l’appunto, verso l’interno della nave, non possiede quindi nessun tipo di finestra e, di conseguenza, non permette di ammirare il panorama esterno o di avere luce naturale al suo interno.

Sono solitamente le cabine interne sono le più semplici ed economiche, perfette per chi passa poco tempo in cabina, preferendo approfittare di tutti i servizi offerti sulla nave.

La cabina esterna con oblò

Le cabine esterne sono generalmente molto simili a quelle interne per dimensioni e servizi.

L’unica differenza che le contraddistingue è un piccolo oblò sigillato che permette di far entrare un pò di luce naturale.

Tuttavia le sue dimensioni non solo tali da consentire di ammirare a dovere il panorama.

Cabina con balcone

Tra le tipologie “standard” delle cabine, il fiore all’occhiello sono certamente le cabine con balcone.

Questa tipologia, come ne anticipa anche il nome, è dotata di un vero e proprio balconcino sul quale uscire per respirare a pieni polmoni l’aria di mare e dal quale godersi (anche in pigiama) l’avvicinamento ai vari porti.

A differenza delle altre tipologie descritte prima, queste cabine sono generalmente più ampie e posizionate su ponti più alti, simbolo di privilegio e esclusività nel gergo delle crociere.

La suite

La suite è indubbiamente il tipo di cabina più lussuosa e costosa.

Le suite sono dotate, nella maggior parte dei casi, di una metratura molto più ampia e, alle volte, di cabine su 2 livelli (arrivando anche ad 80mq!).

Crociera suite con balcone

Questa tipologia di cabina, così come la precedente, dispone del balconcino e sono generalmente posizionate nei ponti più alti della nave.

La maggior differenza in questa tipologia la fanno i vari servizi inclusi.

Alcune compagnie includono in questa tariffa un maggiordomo personale, altre un menù da cui scegliere i vari comfort dei cuscini, insomma serviti e riveriti!

Quale cabina scegliere? I fattori da considerare

Decidere quale cabina prenotare non è affatto banale.

Oltre alla tipologia di cabina in cui si desidera soggiornare, ci sono anche altri fattori da tenere in considerazione.

L’importanza della metratura

Non tutte le cabine della nave hanno la stessa metratura.

Ci sono cabine più piccole ed essenziali, perfette per chi preferisce risparmiare e intende passare molto tempo in giro per la nave.

Ma si trovano anche cabine più ampie e spaziose, ideali per chi desidera avere più spazio per se stesso e soffre gli spazi angusti.

Varie tipologie di cabine Crociera

Voglia di ammirare il panorama

Se si desidera avere una bella visuale del panorama esterno e molta luce naturale che entra dalle finestre, allora conviene spendere un pò di più per avere almeno una cabina esterna con oblò o, idealmente, una bella suite con balcone privato.

Il prezzo della cabina

Il prezzo della cabina è indubbiamente uno dei principali fattori che influisce sulla scelta.

È quindi importante stabilire un budget per la propria vacanza e valutare attentamente come lo si vuole spendere.

In base alle proprie possibilità si potrà quindi prenotare la cabina che più si adatta alle proprie esigenze.

Luce naturale o artificiale e la claustrofobia

Anche la quantità di luce e la tipologia di illuminazione di una cabina sono fondamentali.

Le cabine interne, non avendo un oblò, possiedono un’illuminazione artificiale sicuramente migliore.

Al tempo stesso, le cabine esterne godono di luce naturale e della possibilità di ammirare l’ambiente esterno.

Se si soffre di claustrofobia il consiglio è comunque quello di prenotare una cabina esterna, di modo da non doversi sentire soffocati ogni volta che si va a dormire.

La vacanza è fatta per rilassarsi e divertirsi, non vale la pena soffrire solo per risparmiare poche decine di euro.

Il posizionamento

La scelta della cabina è influenzata anche dal suo posizionamento.

Le cabine vicino alla poppa, ossia al fondo della nave, sono solitamente più rumorose in quanto più vicine ai motori e alle cucine.

Le cabine posizionate a prua, ossia sulla parte anteriore dello scafo, sono invece più ampie e silenziose.

La soluzione migliore per chi soffre il mal di mare

Le navi da crociera, date le loro dimensioni, riducono al minimo l’ondeggiamento e permettono anche a coloro che soffrono il mal di mare di fare una vacanza serena e rilassata.

Tuttavia, in condizioni di mare particolarmente mosso, si potrebbe avere comunque rischiare di soffrire.

Per evitare di passare la propria vacanza stesi a letto, la soluzione migliore è scegliere una cabina interna posizionata in basso verso il centro della nave.

In questa posizione le vibrazioni e i movimenti dello scafo si sentono di meno.