Italia, Proposte di Viaggio

Itinerario in Italia, la Maremma e l’Isola del Giglio

Spiagge, colline e borghi da sogno, la Maremma toscana è tutto questo e molto di più.

Un territorio dalle mille sfaccettature, capace di ispirare ed emozionare, perfetto sia per un weekend fuori porta che per una vacanza di tre o quattro giorni.

La Maremma è principalmente nota per il suo parco naturale, per le sue spiagge e per il mare cristallino.

Senza dimenticare i borghi che affacciano sul mare e l’ottima tradizione enogastronomica locale.

Il Parco Naturale della Maremma, altrimenti noto come parco “dell’Uccellina”, si estende per circa 10.000 ettari da Principina a Mare fino al promontorio di Talamone, ed offre la possibilità di svolgere numerose attività a stretto contatto con la natura.

È proprio da qui che vogliamo intraprendere questo itinerario in Italia, alla scoperta della zona della Maremma e dell’Isola del Giglio.

Talamone

Talamone è un pittoresco borgo medievale che affaccia sul Golfo dell’Argentario.

Si narra che il nome della cittadina derivi dall’eroe greco Talamone, figlio di Eneide ed Eaco, fratello di Peleo, ossia il famoso padre di Achille.

La leggenda vuole che Talamone sia sbarcato in questo piccolo borgo di ritorno da un viaggio in Calabria e successivamente sepolto proprio sotto la rocca che ancora oggi caratterizza il paese.

Oggi Talamone di presenta come un pacifico borgo di pescatori, con il suo porticciolo sovrastato dalla Rocca degli Aldobrandeschi.

Da non perdere una passeggiata per le strette vie del centro, che si intersecano tra le caratteristiche case in pietra.

Talamone è anche una località balneare, con le spiagge sabbiose costeggiate da pinete perfette per prendere il sole o praticare sport acquatici.

Orbetello

Situato al centro dell’omonima laguna, Orbetello è un piccolo borgo famoso per i suoi edifici antichi, la passeggiata che costeggia la laguna e le sue spiagge dorate.

Famosa principalmente come località balneare, Orbetello è il luogo ideale per immergersi nella natura.

Orbetello Maremma Toscana

Qui si possono infatti praticare sport, passeggiare nella Riserva Naturale Duna Feniglia, avvistare gli uccelli che si radunano proprio nella laguna nei periodi delle migrazioni ed osservare la flora e la fauna locali.

Da non perdere poi una visita al Mulino, situato lungo la diga che collega il borgo al Monte Argentario, l’ultimo rimasto dei nove edificati nel ‘400 dai senesi per macinare il grano, e alla Polveriera di Guzman, l’antica fabbrica di esplosivi in cui Garibaldi si riforní durante la spedizione dei Mille.

Infine non può mancare una passeggiata nel centro cittadino, con la piazza Eroe dei Due Mondi e il Duomo di Santa Caterina.

Porto Santo Stefano

L’Argentario è una delle mete turistiche più rinomate della Toscana, sia per la sua posizione particolare, che per le meravigliose spiagge e per i paesi caratteristici.

Porto Santo Stefano, una delle frazioni dell’Argentario, è un paese marinaro che offre non solo la possibilità di passeggiare per il suo interessante centro storico, ma anche ottimi collegamenti con le isole dell’arcipelago toscano e alcune tra le spiagge più belle della zona.

La cittadina si suddivide in due porti, uno più grande e moderno da cui partono i collegamenti con le isole, ed uno storico, in cui è possibile passeggiare e rilassarsi.

Porto Santo Stefano è inoltre caratterizzata dalla secolare Fortezza Spagnola e da spiagge come Cala del Gesso e Cala Piccola, tra le più belle dell’Argentario.

Porto Ercole

Porto Ercole è collegata a Porto Santo Stefano da una meravigliosa strada panoramica, lungo la quale si incontra l’antico sistema difensivo composto da torri.

Questo piccolo paese sul mare circondato da fortezze, nominato tra i Borghi più Belli d’Italia, è ancora capace di emozionare nonostante accolga ogni anno migliaia di turisti. Nel suo porticciolo infatti si possono ancora trovare i pescatori all’opera.

Porto Ercole Toscana

Da non perdere una visita ai Forti di Porto Ercole, edificati nel periodo di dominazione spagnola e ancora ben conservati, e alla Rocca, dal cui piazzale si gode di un meraviglioso panorama.

Isola di Giannutri

L’isola di Giannutri, con la sua inconfondibile forma a mezzaluna, è un piccolo paradiso senza strade in cui immergersi nella natura ed ammirare le testimonianze della sua storia antica.

Da non perdere una visita ai resti di un’antica villa romana risalente al II secolo d.C. e al Faro di Giannutri, che sorge in cima ad una scogliera a picco sul mare.

Sull’isola si possono inoltre percorrere a piedi numerosi sentieri panoramici e rilassarsi in una delle uniche due spiagge, Cala Spalmatoio e Cala Maestra.

L’Isola del Giglio

Per terminare questo itinerario in Italia, nella Maremma toscana, non può mancare una visita all’isola del Giglio, ossia la seconda isola dell’arcipelago toscano dopo l’isola d’Elba.

L’isola si divide tra bellissime spiagge e tesori artistici da non perdere.

Il territorio fortemente selvaggio è attraversato da sentieri tortuosi che conducono a scogliere e a punti panoramici.

La bellissima Isola del Giglio in Toscana

Tra le frazioni dell’isola da non perdere troviamo poi Giglio Porto, ossia la più antica e caratteristica, con la sua torre di avvistamento, i vicoli stretti animati da colorate botteghe ed i ristoranti di pesce che affacciano sul mare.

In posizione panoramica si trova invece la frazione di Giglio Castello, che prende il nome dal bel castello medievale, ancora completo di cinta muraria e torri di avvistamento.

Interessanti sono anche la frazione di Giglio Campese, nota soprattutto per la sua grande spiaggia, e il Faro di Capel Rosso, dal quale è possibile ammirare un meraviglioso panorama.

Controlla sul nostro sito se abbiamo viaggi di gruppo programmati per questa destinazione oppure chiedici informazioni, sapremo aiutarti al meglio per l’organizzazione.